Albert

Anna

Imprimir canciónEnviar corrección de la canciónEnviar canción nuevafacebooktwitterwhatsapp

[Strofa 1]
Stamattina il sole picchia forte sopra e persiane
Anna prima prende una cartina, poi spezza il pane
La sua anima piccina vive in un monolocale
Che la vita l'ha sfinita ancora prima di iniziare
Anna passa e non la noteresti
La folla la confonde nelle sue povere vesti
Ha un lavoro da commessa, messa lì a pulire i cessi
Per un pugno di stipendio che nemmeno accetteresti
Mai, per Anna tornare a casa è una bella soddisfazione
A volte ripensa alla mamma di cui non conosce il nome
A volte ripensa alla dama che le ha dato la passione
Che altre mani hanno lasciato come un pacco sotto al sole
Anna è dura
Esile corporatura
Coi capelli neri tinti, nonché biondi di natura
Lei lega l'acconciatura per sembrare più sicura
E la lettura, la cultura di buona letteratura
E quando rincasa tardi nessuno la aspetta a cena
Mangia sola sul divano yogurt con fiocchi d'avena
Si addormenta con la mano che piano la sfiora appena
E guardarla ti farà strano tanto quanto ti fa pena
Anna sogna e vuole farlo
Dice che la vita è come pongo e devi solo modellarlo
Ha bisogno di un sogno per sperare di realizzarlo
E dove il mondo le da contro paga un conto alto alto

[Ritornello x2]
Anna ride, ride perché Anna ha
Poco niente e niente è quello che perderà
Anna ride, ride perché tanto lo sa
Che la sfiga la segue ovunque se ne andrà
Anna vive, vive in una grande città
è Milano, la stringe nella sua metà
Anna vive, vive in una grande realtà
E si finge contenta di restare qua

[Strofa 2]
Anna ha paura come tutti quanti
Perché sa che le bollette non le pagherà coi pianti
E sa quanto ci metterà a tirare il carro avanti
E fa tanto per niente quando mente a tutti gli altri
Girando per la pizza la potresti incontrare
Che catalizza la sizza come volesse stare male
Con un gesto di stizza organizza ogni cosa da fare
Già sapendo che nessuna poi l'aiuterà a svoltare
Anna libera le pare e non demorde i suoi ideali
Non da corda a chi la imbroglia, ma alle sue corde vocali
Spoglia i timori vari, canta versetti corali
Mentre passa dalla cassa a sistemare gli scaffali
"Quanto vali?" Anna se l'è sempre chiesto
Ha una voce senza eguali e tu la noti presto
E chi l'ascolta smette al volo di finire il resto
Per udire quel suo canto mesto mesto
Così un uomo l'avvicina e dice
Ora non ti serve nulla in più per essere felice
Io ti darò la vita migliore che ti si addice
Tu fai una firma qui e sarai sogno e sognatrice
Anna ride, un po' come ha sempre fatto
Ma oggi ride perchè tra le mani c'ha un contratto
Anna ride cazzo, ride forte e tanto
Oggi ride come se non avesse mai pianto

[Ritornello x2]
Anna ride, ride perché Anna ha
Poco niente e niente è quello che perderà
Anna ride, ride perché tanto lo sa
Che la sfiga la segue ovunque se ne andrà
Anna vive, vive in una grande città
è Milano, la stringe nella sua metà
Anna vive, vive in una grande realtà
E si finge contenta di restare qua