Patria prigioniera

Imprimir canciónEnviar corrección de la canciónEnviar canción nuevafacebooktwitterwhatsapp

Patria di tenerezza e di dolori,
Patria d'amore, d'acqua e primavera
sanguinan le bandiere tricolori
sopra i fili spinati di Pisagua.

Ma tornerai alla luce, all'allegria
dalle pene uscirai dell'agonia
e da questa sommersa primavera
libera e degna nel tuo buon diritto
e canterà nel vento a pieno petto
la voce tua, o patria prigioniera.

Patria sei aldilà dei timori
arde il tuo cuor di fuoco e della forgia
oggi fra carcerieri, traditori
ieri fra le muraglia di Rancagua.


Autor(es): Pablo Neruda, Sergio Ortega

Las canciones más vistas de

Sergio Ortega en Diciembre