Alberto Fortis

Brian Francisco

Imprimir canciónEnviar corrección de la canciónEnviar canción nuevafacebooktwitterwhatsapp


Si accendeva il cielo e ritornavo dal Vietnam
sole e acciaio stretti forte insieme senza età
Giappone e amore dentro me lasciando gente avanti a noi> medaglie e sangue sopra a chi non sa
mi chiamo Brian Francisco
Feci un sogno all'ombra di un'estate giù in Vietnam
case bianche in una piazza rossa, so che sai
piangeva il mondo e intorno a lei
atomi, fiori e un mare in più
forse una guerra tornerà e tu
dovrai decidere chi sei
E quante mani mi hanno detto
"Françisco, io voglio un giorno un figlio, sì, come te"
ma se mio padre cerca e chiama "Hey, Françisco"
io mi volto indietro verso un uomo che non c'è
Se Lucia è nel cielo coi diamanti la berrò
come un gioco tra i più dolci amanti, volerò
soldati verdi e samurai
si baceranno in bocca, liberi oramai
gente con gente che vivrà, così
persi in un volo di bontà
E quante mani mi hanno detto
"Françisco, io voglio un giorno un figlio, sì, come te"
ma se mi volto e chiedo un senso a Françisco
mi trovo in faccia un uomo proprio uguale a me
Ora vedi che so, ora vedi che so chi è Françisco
telefonate a me, finalmente so chi è
vedi che so, vedi che so,
fr, fr, vedi che so

Canciones más vistas de

Alberto Fortis en Octubre