Daniele Stefani

L'Eco Di Te

Imprimir canciónEnviar corrección de la canciónEnviar canción nuevafacebooktwitterwhatsapp


Non è più tempo di restare qui
collezionando notti in fuga dalle solitudini
girovagando strade e vicoli...di periferia

Dove la sera è vuota e umida
ed una luce gialla scende dai lampioni accesi
veloci scorrono le immagini...di quand'eri mia

Io credevo che....che fuggire mi servisse e invece
nonostante tutto...

Ancora c'è quell'eco di te
che sbatte violento
sulle pareti del passato
c'è...quell'eco di te
inciso nel vento
è come un marchio a fuoco su di me

Ho fatto il pieno di chilometri
percorso strade sconosciute ma non è bastato
a seminare le inquietudini...che m'inseguono

Io convinto che...prima o poi ti avrei lasciata indietro
ma non è successo

Ancora c'è quell'eco di te
che sbatte violento
sulle pareti del passato
c'è...quell'eco di te
inciso nel vento
è come un marchio a fuoco su di me

Non è più tempo di restare quì
ad aspettare quel ritorno che non hai cercato
mi resta l'eco incancellabile...di quand'eri mia

Solo mia

Canciones más vistas de