Alberto Camerini

Siamo Tanti


Print songSend correction to the songSend new songfacebooktwitterwhatsapp

E quel tipo sognatore, un po' buffo, visionario,
quel tipo così strano che veniva da lontano
col suo segreto antico di maschere e di trucchi,
di giochi e di risate, di sogni e di canzoni
arrivò un giorno caldo con il sole ad Occidente
in una casa dove ballava tanta gente

"Voi chi siete?" chiese, con garbo, dolcemente,
quelli senza smettere risposero così:
Noi siamo tanti, saltellanti, scintillanti come te
siamo tanti, qui davanti, sorprendenti, come te.

E volò in alto in alto, sopra le nuvole di gente,
sui venti di parole, di pensieri invadenti,
pochi soldi nelle tasche, tanti sogni sulla bocca,
un cuore nella testa, una gioia sconfinata,
arrivò ancora stanco e la luna era crescente
in una casa dove rideva tanta gente

"Voi chi siete?" chiese, adagio, dolcemente,
quelli senza smettere risposero così:
Noi siamo tanti, saltellanti, scintillanti come te
siamo tanti, sorprendenti, qui davanti come te.

E dopo aver viaggiato tanto, avanti, avanti ancora
alle feste di Venezia, da Bologna al Carnevale
andò aldilà del tempo, andò oltre il futuro
dove tutto è stato già ciò che qui non è ancora,
arrivò senza paura oltre il sole scintillante
in una casa dove rideva tanta gente

"Voi chi siete?" chiese, con audacia, fermamente,
quelli senza smettere risposero così:
Noi siamo tanti, saltellanti, scintillanti come te
siamo tanti, sorprendenti, qui davanti come te.

The most viewed

Alberto Camerini songs in October