Albert

Calamità

Print songSend correction to the songSend new songfacebooktwitterwhatsapp

Ho scritto versi su versi diversi da quello che sono
Dispersi tra testi tersi e universi da oltreuomo
Ne scelsi i meglio pezzi per gli avvezzi di sto suono
Che senza prezzi apprezzi come a New Jersey il vino buono
Sto, tra visi lunghi come Moglin nella giungla che si accingono e spingono triste musica da tundra
Ma forte come Gundam la mia cumpa resta in kunda
Tra la gente che la segue e chi si chiede quanto è lunga
Che funga da vassallo sto ballo movimentato
Che trasporta porta a porta una scorta del flow emanato
Ma mastico esaltato l'apparenza da drogato
Che poi è la vera essenza senza cui sarei scontato
Mi han detto "sei cambiato" gente che neanche conosco
E mi hanno dato del tipo che canta la casa nel bosco
Mi han chiamato ingrato per una traccia di troppo
Ed è la stessa gente che le ha fatto fare il grande botto
Trama lessicale
Oh Alberto come va? mah, guarda niente male
Qualcuno qua ti crede pazzo! è normale
E ciò non ti crea imbarazzo? eh no non mi pare

Ho scritto un pezzo che ti dice come sta
Alberto a cuore aperto smonta la rivalità
Che vi spinge a celebrare tutte quelle qualità
Attratti da una calamita verso più calamità
X2

Lascia morbidi i pensieri che ti eri già programmato
Questo suono è per i seri che non trovi sul mercato
Ed il tuo amico lo ha capito e mo fa un tifo disperato
Da che l'ha sentito ha percepito di esserne legato
Qua da me, non ve n'è se non vi è squallore
Questo lurido bastardo sa farlo come un cantore
Ma sto rap sta alla trap come i dread al questore
Perché ormai ti basta un Mac per chiamar musica un rumore
Semplifica le cose, le prose lasciale stare
Che alla gente serve solo un nuovo stato da postare
Amplifica la dose tra più pose da stappare
Che qua sboccian come rose nuove prose da calare
Conflitto fitto fitto afflitto dalla para
Resto zitto mentre skippo questa musica caciara
Divertito questo tipo che nei video se la spara
E che dal vivo resta fido alla mamma che lo richiama
Io sono un egoista perbenista in fissa con un piano
Che sta in pista con furbizia con la mista sulla mano
Bevo come un alcolista Bellavista al talebano
Che mi vende anche le rizla con la pizza che compriamo

Rit

A a a a a Alberto on the mic
E se non lo conosci tu lo conoscerai
A a a a a attaccati al Wi-Fi
Che ci tengo alle mie rime come al
Baffo Mordecai