Letras de canciones
Vota: +0


Idiomas
 

Traducción automática
       
NOTA IMPORTANTE El uso de traducciones automáticas suele dar resultados inesperados.
 
Aparece en la discografía de

Nisciuno


Ho distratto il corso naturale delle cose
Metto la sveglia ogni domenica del mese
Per pensare a tutto quel che avrò da fare
Non ho scuse.
Senza te ho tempo a sufficienza per ricominciare
Rileggo i libri che hai lasciato lì, sul tuo scaffale
Direi che ne sono responsabile
Nella città che hai lasciato dentro di me
Lo spazio è poco abitabile e sento
La vita mi sta ridando il tempo di andare
Dove non è mai finito niente

(E nun ce stai tu mmiezo ’a ggente)

‘Stu maletiempo m’ha fatto vede’
‘na stella argiento
ca ha lassato annuro a chi vo’ sta isso sulo
Vierno fa festa
Mmiezo ‘e mmane aperte
Nun può aspetta’ sulo turmiente
Si è cagnato ‘o viento

Ho capito che non sono mai stato un amore
Facile da tenere a bada sotto il peso
Del suo dolore naturale
Non posso più farmi male.
Nella città che hai lasciato dentro di me
Non ho voluto abitarci a stento
La vita mi sta sfidando e voglio sentire
Una canzone che parli all’orecchio di qualcuno

(Ma nun ’a canta nisciuno)

‘Stu maletiempo m’ha fatto vede’
‘na stella argiento
ca ha lassato annuro a chi vo’ sta isso sulo
Tiempo fa festa
Mmiezo ‘e mmane aperte
Nun può aspetta’ sule turmiente
Si è cagnato ‘o viento

Ho dimenticato tutte quante le parole
E la distanza che ai miei occhi
Le rendeva sempre nuove,
pronte a fiorire qui sotto
il sole di un altro giorno e di un’altra complicazione
del tuo difetto di voler sembrare sempre così opportuno.

(E mo nun si cchiù nisciuno)






 
PUBLICIDAD
PUBLICIDAD

 

LO + EN CANCIONEROS.COM
PUBLICIDAD

 

HOY DESTACAMOS
Óbito

el 22/11/2022

Pablo Milanés, uno de los más importantes trovadores de los últimos años, ha fallecido esta noche a los 79 años, tras permanecer ingresado en Madrid durante más de una semana, informaron medios oficiales.

HOY EN PORTADA
Óbito

por Frank Carlos Nájera el 22/11/2022

En las noches tristes, escribo. Dormir no apetece ni apremia. La tristeza se canaliza y empieza a formar palabras, y las palabras se me venden como necesarias, y yo las compro y las consumo creyendo que las voy creando. Nunca he sido fumador. Fumo palabras y entre el humo de las noticias voy rodeando la imagen de un rostro muy familiar.

 



© 2022 CANCIONEROS.COM